Venere in Sicilia // Venus in Sicily

depositphotos 9322832 stock photo italian flag butterfly isolated on 300x274 Venere in Sicilia // Venus in Sicily

515wXZUTZ1L 300x242 Venere in Sicilia // Venus in Sicily

La scultura di età romana, II secolo d.C., è probabilmente la copia della statua di culto realizzata per il Tempio di Afrodite a Siracusa nella prima metà del II secolo a.C. Secondo questa ipotesi la statua originale sarebbe da mettere in relazione con un aneddoto riportato da Ateneo (Deipnosofisti, XII, 554) che riferisce di una gara di bellezza tra due fanciulle siracusane.

THE ROMAN SCULPTURE, 2ND CENTURY AD, IS PROBABLY A COPY OF THE STATUE OF WORSHIP MADE FOR THE TEMPLE OF APHRODITE IN SYRACUSE IN THE FIRST HALF OF THE 2ND CENTURY BC ACCORDING TO THIS HYPOTHESIS, THE ORIGINAL STATUE WOULD BE RELATED TO AN ANECDOTE REPORTED BY ATHENAEUS (DEIPNOSOFISTI, XII, 554) WHICH REFERS TO A BEAUTY CONTEST BETWEEN TWO SYRACUSAN MAIDENS.

Venere Afrodite Landolina 300x300 Venere in Sicilia // Venus in Sicily

Erice il castello di Venere: (info Aurora View Resort)

Erice Castello di Venere 300x225 Venere in Sicilia // Venus in Sicily

The Norman Castle of Erice, or Castle of Venus, stands on the ruins of what was originally a sanctuary to which a temple dedicated to Venus Erycina overlapped in Roman times. Here lived the priestesses who practiced the art of sacred prostitution with the pilgrims who went to the rocky peak to pay homage to the goddess.

The remains of the structure visible today correspond to the fortress that the Normans built in 1100 recovering the pre-existing stone materials. The castle also functioned as a prison and was connected to the Balio Towers by a drawbridge, which was later replaced by a flight of steps that can still be admired today.

nudo donna 200x300 Venere in Sicilia // Venus in Sicily

Il Castello Normanno di Erice, o Castello di Venere, sorge sulle rovine di quello che in origine era un santuario a cui in epoca romana si sovrappose un tempio dedicato alla Venus Erycina. Qui risiedevano le sacerdotesse che praticavano l’arte della prostituzione sacra con i pellegrini che si recavano sul picco roccioso per rendere omaggio alla dea.

I resti della struttura oggi visibili corrispondono alla fortezza che i Normanni eressero nel 1100 recuperando i materiali lapidei preesistenti. Il castello funzionava anche da carcere ed era collegato alle Torri del Balio da un ponte levatoio, successivamente sostituito dalla gradinata che ancora oggi è possibile ammirare.

La Venere di Morgantina:

La Venere di Morgantina 300x200 Venere in Sicilia // Venus in Sicily

La Venere di Morgantina, oggi ospitata dal Museo Archeologico di Aidone, in provincia di Enna, è un originale greco realizzato con due tipi di materiali lapidei, calcare per il corpo e marmo pario per la testa e gli arti, secondo la tecnica acrolitica sperimentata fin dall’età arcaica nella statuaria greca.

172px Arte greca forse dalla sicilia venere 425 400 ac. 147x300 Venere in Sicilia // Venus in Sicily

The Venus of Morgantina, now hosted by the Archaeological Museum of Aidone, in the province of Enna, is a Greek original made with two types of stone materials, limestone for the body and pario marble for the head and the limbs, according to the proven acrylic technique from the archaic age in the Greek statuary.

nudo 2 300x212 Venere in Sicilia // Venus in Sicily

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *